Metodo CAMP

metodo CAMP - consulenza per aziende - adoc consult ticino svizzera
Ognuno sta solo
sul cuor della terra,
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera!
Il manager si sente spesso come ha scritto Quasimodo, il premio Nobel nel 1930: l'alternarsi delle soddisfazioni e dei dissapori, il senso di precarietà della sua azienda, le illusioni dei successi effimeri e le sollecitazioni incalzanti non riescono a mascherare l’afflizione della solitudine nonostante l'aplomb ostentato con stile.
Ecco allora che il timore di soccombere all’oscurità della propria sorte può offuscare il pensiero!
Le cause del risultato aziendale possono perciò apparire in ottica incerta o persino falsata: un prodotto poco concorrenziale può dipendere da stallo mentale e non da tecnologia obsoleta, una scarsa redditività può derivare da organizzazioni asimmetriche e non da guerre di mercato, la staticità aziendale può venire dal timore di cambiamento e non dalla mancanza di visioni. Così come spesso non è il miglior prodotto a vincere, bensì l'azienda propositiva che lo spinge, ignara dell'avversa congiuntura e permeata dall'ostinata volontà di riuscita: le società di successo hanno equilibrio emotivo e un pizzico di follia creativa!
Per riuscire, l'azienda va perciò guidata nella totalità delle sue dinamiche: tecnologiche e metodologiche, visionarie e comportamentali, decisionali e economiche, emotive e emozionali. Riconoscere quali di questi aspetti è OK e quale KO é allora di portata capitale!

CAMP è un approccio all'azienda che si svolge senza preclusione di sorta, si sviluppa armoniosamente, valutando, suggerendo e aiutando a correggere la situazione aziendale verso il successo. Mira a (ri)stabilire serenità, armonia e lucidità tali da liberare il propellente del cambiamento e del successo: consapevolezza e evoluzione!

Il percorso di CAMP

Il primo contatto é di carattere informale, senza preclusioni, e si svolge tipicamente su tre mezze giornate. È un momento di confronto per conoscersi, discutere a ruota libera e trovare l'affinità. Dopo di che si decide se proseguire, posticipare o lasciare.
Dal chat iniziale si riconoscono i fondamentali, che suddividiamo in due categorie. Quelli umani riverberano nella cultura aziendale, nel clima, nella motivazione e nello spirito di squadra: specchio della leadership! I fondamentali tecnici sono alla base del risultato economico: risorse, prodotti, mercati e tendenze, posizione aziendale e concorrenti, tecnologia, processi e procedure, logistica: specchio del management!

Non usiamo test, preferiamo tenere, per i vari livelli, momenti interattivi specifici. Giochi di ruolo e coinvolgimenti reciproci appositi mettono in luce personalità e competenze. Sono momenti di sensibilizzazione.
Con strumenti intuitivi di nostra creazione, esaminiamo i fondamentali tecnici, valutando aspetti capitali: (ri)posizionamento, strutture e metodologie, tecnologia e processi. Sono momenti strategici.
Se la situazione e i compiti sono chiari, si possono omettere le fasi intermedie e passare direttamente a CAMP Active dopo il Chat.
CAMP Active è la fase costruttiva, con interventi nostri o, se molto tecnici, affidati a specialisti partner di rete. In questa fase, l'equilibrio tra aspetti umani e tecnici è di particolare importanza per raggiungere armoniosamente gli obiettivi. Perciò, secondo i casi, lavoriamo contemporaneamente nelle due aree, tecnica e umana con accompagnamenti in situ, coaching o counselling. Sono momenti di cambiamento motivante.
In molti casi, dopo l'ultima fase di Camp Advanced, si torna alla fase precedente con obiettivi supplementari, più avanzati. Un loop permanente di stimolo alla crescita.
CAMP Advanced é l'ultimo passo, facoltativo, di fiancheggiamento: incontri brevi per verificare i lavori e i risultati, introducendo eventuali correzioni di rotta. Se necessario, accompagniamo i quadri e il management in situazioni critiche.
Sono momenti di stabilizzazione e di conforto.
Questa metodologia poggia su anni di esperienza raccolta come imprenditori, ristrutturatori d'azienda, consulenti e formatori.